Scrittrici e scrittori di casa nostra

“Segrate scrive”. la bella iniziativa della biblioteca centrale cittadina, ha permesso di segnalare all’attenzione di chi legge alcuni autori segratesi. Tra questi non mancano i sanfelicini e così, a nostra volta, abbiano pensato di dedicare loro uno spazio del sito. Anna Di Stefano, sanfelicina della prima ora, ha provveduto a redigere i profili di scrittrici e scrittori. Naturalmente della pattuglia fa parte anche lei, da poco in libreria con il suo primo romanzo.

La rubrica si propone di seguire anche nel futuro i sanfelicini che scrivono e che fin d’ora sono invitati a segnalarci quanto a loro avviso potrà essere aggiunto ai testi che li riguardano. Così come invitiamo altri sanfelicini “di penna” a mandarci materiale per essere aggiunti ai presenti.

Marcello Caroti

macarÈ un sanfelicino dal 1980. È stato il primo presidente della circoscrizione di San Felice e il primo consigliere comunale per Pioltello nel 1992.In pensione da pochi anni ha deciso di scrivere questo libro perché non ne poteva più delle sciocchezze che si continuano a raccontare sulla genesi del nostro Paese e soprattutto riguardo alla persona di Garibaldi.Il suo libro Garibaldi il primo fascista non vuole essere una vera e propria biografia, ma rispondere alle domande: chi è stato veramente Garibaldi? Era un eroe o un bandito? Cosa ha lasciato nella società e nella cultura di questo Paese?Il libro invita il lettore a scoprire la verità e superare le fantasie e i miti attorno all’uomo che ha contribuito in modo così incisivo alla nascita della nostra nazione.Possiamo scoprire il ruolo che ha giocato la Massoneria nella vita di Garibaldi e come la Massoneria abbia favorito i suoi successi.
bozza_cover.inddChe rapporti ha avuto Garibaldi con la Mafia? Esaminiamo le origini di questo fenomeno e vediamo come la Mafia abbia partecipato alle imprese di Garibaldi. Nel libro vengono citati tutti i più importanti personaggi legati alle sue avventure. Se leggiamo con attenzione le loro testimonianze possiamo vedere come abbiano gettato il seme (senza saperlo) di una cultura e di un movimento politico che poi è diventato Fascismo.Alla fine, dopo la morte di Garibaldi, ripercorriamo assieme la strada che, partendo dal socialismo, ha portato l’Italia a realizzare questo regime.

Il libro è in vendita nella nostra Edicola del Centro Commerciale o nel sito www.youcanprint.it ove potete leggerne le prime pagine. Il libro di Marcello Caroti è scaricabile in tutti i formati e-book dai principali on-line stores.
Un’ampia recensione gli è stata recentemente dedicata dal quotidiano “Libero” e la si può leggere cliccando qui.

Carlo Mocellin

moc1Carlo Mocellin, il regista della compagnia teatrale della nostra parrocchia, i “73 barrato”, ha scritto la sua opera prima. E’ un giallo e si intitola “Cold Case”. Ha gà ricevuto ottime recensioni ed è piaciuto a tutti quelli che lo hanno letto sinora.
Trattandosi di un giallo non è bello addentrarsi nella trama e chi, comunque, vuole saperne di più, può visitare la pagina Facebook http://www.facebook.com/ColdCaseGiallo.
Se volete leggerne gratuitamente i primi capitoli, andate sul sito www.ilmiolibro.it alla pagina: http://ilmiolibro.kataweb.it/schedalibro.asp?id=771020. Registrandosi al sito è possibile lasciare un commento e anche acquistare il libro (16 €).cold3
Infine, se siete amanti delle nuove tecnologie, Cold Case è acquistabile in formato ebook dal sito amazon.it alla pagina:
http://www.amazon.it/Cold-Case-ebook/dp/B007U8AHP8/ref=pd_rhf_cr_p_img_1 (€ 4.64).
I sanfelicini restano in attesa di nuove avventure del commissario Parisi, nato dal computer (una volta si diceva “dalla penna”) di Carlo Mocellin.

Gian Conti

contiGian Conti, torinese, è un ex dirigente d’industria, oggi collezionista e restauratore di antichi strumenti musicali a corde. Vive, ripara e scrive tra Milano e San Felice (dove risiede) e la casa natia vicino a Asti.
Il libro – “Puzzle di tre” – Tre pezzi di un misterioso strumento dotato di poteri soprannaturali, tre tessere di un puzzle da ricomporre seguendo labili e tortuose tracce. Tre frammenti di un segreto sepolto, una lontana eredità intorno alla quale si mette in moto una straordinaria macchina narrativa. Vengono così a intrecciarsi casualmente i destini di un trasandato rigattiere nordafricano, un bibliotecario sciupafemmine e uno smaliziato restauratore, tra scenari esoterici e complesse vicende familiari che si perdono in un passato remoto. Una storia con un dilemma finale: è giusto possedere, a fini di lucro, la facoltà di cambiare il destino degli uomini?

Salvatore Mongiardo

mongiaSalvatore Mongiardo è nato a Sant’Andrea Jonio, Catanzaro, nel 1941. Dopo la laurea in Legge a Messina, studia Diritto Internazionale in Germania e Amministrazione degli Affari in Francia. Lavora a Roma in Procter&Gamble, poi in Costa Smeralda e dal 1982 risiede a Segrate..Ha scritto e pubblicato Ritorno in Calabria (1994) e Viaggio a Gerusalemme (2002). I suoi libri rivelano la grande cultura della Calabria, capace di dare all’umanità una prospettiva più alta.
Il libro – “Sesso e Paradiso” – Calabria. Fine anni ’40. Un devoto seminarista, in piena adolescenza, viene iniziato alla vita e al sesso durante i suoi periodici ritorni nel piccolo paese natio. Qui comincia a prendere familiarità con il sesso scoprendolo come un elemento naturale dell’esistenza, contrariamente a quanto gli viene insegnato in seminario sui peccati della carne da evitare come il demonio. Un dubbio comincia a insinuarsi nella sua coscienza: e se il sesso, in fondo, altro non fosse che un modo per essere più vicini a Dio? Una sorta di porta aperta sull’immortalità?

Carla Perrotti

perrottiFamosa “camminatrice dei deserti”, vive a San Felice da molto tempo ed è conosciuta per le sue imprese che hanno dell’incredibile: ha attraversato, da sola e a piedi, il deserto del Taklimakan (“deserto della morte irrevocabile”), 550 km. in 25 giorni; inoltre ha effettuato traversate in Bolivia (Salar de Uyuni), Namibia (Kalahari), quest’ultima impresa particolarmente dura perché ha viaggiato con un boscimane senza provviste: dovevano trovare da sé da mangiare e soprattutto da bere, Australia… adesso sta progettando una traversata del Sahara insieme a un non vedente, che dovrebbe partire nel prossimo autunno.

I libri – “Deserti” e “Silenzi di sabbia” – Sono il racconto delle sue eccezionali esperienze nei deserti del mondo.

Elisabetta Gnone

E’ nata a Genova e vive a San Felice dal 1972. Giornalista e scrittrice, si dedica prevalentemente alla letteratura per ragazzi. I suoi libri sono stati presentati alla Biblioteca Comunale di Segrate l’anno scorso.

I libri – “Fairy Oak” – E’ il titolo della trilogia che è stata selezionata come finalista al premio Bancarellino (letteratura per ragazzi). I titoli: Il segreto delle gemelle, L’incanto del buio, il potere della luce. Si tratta di favole fantasiose, con personaggi che si muovono in un mondo irreale ma assai avvincente.

Teresa Gargano

gargaE’ nata a Milano nel 1981. Laureata in Ingegneria Elettrica al “Politecnico di Milano”, lavora a Milano come ingegnere progettista per una grande azienda italiana. Da sempre innamorata della poesia, negli ultimi anni si è dedicata alla prosa, lavorando a lungo alla struttura di questo romanzo sperimentale che si propone di coinvolgere direttamente il lettore nella costruzione della trama.

Il libro – “Domino” – Un romanzo che si snoda in ventisette piccoli episodi che rendono nove momenti della vita dei tre protagonisti. A ognuno degli episodi è premesso un pezzo del domino e, cambiandone l’ordine, incastrando i pezzi fra loro, si può dar vita a centinaia di combinazioni, andando a creare ogni volta un romanzo diverso. Al lettore stesso è data la possibilità di incastrare i pezzi. La stessa pubblicazione ha previsto diverse versioni del romanzo, con gli episodi presentati in ordine differente. Ma parecchi altri ordini possono essere trovati in questa serie di episodi,. Un romanzo metafora della verità, che va composta, tassello per tassello, alla ricerca di quello che completa la serie, fino a comprendere che il proprio non è mai l’ultimo pezzo.

Paola Romagnoli

romagnoliDa cinque anni a San Felice, è giornalista e conduttrice di una trasmissione letteraria per l’Australia di SBS Radio. Il suo romanzo “Ho saltato prima dell’alba” è stato presentato il 1° febbraio 2008 alla Biblioteca Comunale di Segrate.

Il libro – “Ho saltato prima dell’alba” – Sottotitolo del romanzo: (Auto)biografia di Jeanne Hébutherne. Racconta in prima persona la vita della giovane donna che à stata la compagna del pittore Amedeo Modigliani, e ne ha condiviso l’esistenza tragica e bohémienne, fino ad arrivare al suicidio.

Anna Olcese

olceseGenovese, vive a San Felice dalla nascita del quartiere (1970) e ha diretto per cinque anni il quindicinale locale “Segrate Oggi”. Dopo aver lavorato una trentina d’anni nel campo dei trasporti internazionali, si è dedicata maggiormente ai suoi interessi letterari e musicali. Il romanzo, che è stato presentato alla Biblioteca Comunale di Segrate il 1° febbraio scorso, è un fantasy-avventura, e l’autrice lo considera il primo di una saga già praticamente scritta ma non ancora pubblicata.

Il libro – “Ferry, il cuore e la spada” – E’ l’avventura di un giovanotto che, per uno scherzo della sorte, si trova proiettato in un universo “parallelo”, o forse in una lontanissima galassia: un mondo in parte non diverso dalla Terra, con le guerre e i conflitti, la violenza, l’odio, l’amore e l’amicizia, ma dove esistono sette sanguinarie, popolazioni che usano i poteri della mente, etnie semiselvagge accanto a tecnologie futuristiche… e dove il protagonista suo malgrado si troverà a ricoprire un ruolo di primo piano.